Decluttering e depositi temporanei: liberati del superfluo e conserva il necessario!

Computer e attrezzature ufficio: al sicuro nei depositi temporanei!
3 giugno 2018
Deposito temporaneo per imprese import/export: c’è una soluzione a tutto
9 giugno 2018
Mostra tutto

Di solito, la primavera è il periodo delle grandi pulizie: è il momento per fare ordine nella nostra quotidianità, liberandoci del superfluo e conservando il necessario… altrimenti non esisterebbe il termine “pulizie di primavera”! Tuttavia, la verità è che ogni momento è quello giusto per fare un bel decluttering, sia che si tratti dell’ufficio, che della casa, del ripostiglio, della cantina o del garage.

A volte, anche i magazzini dei negozi e dell’imprese sono troppo pieni e si finisce per non sapere neanche cosa c’è dentro! L’ordine, d’altra parte, ci permette di stare meglio, di lavorare meglio, di riorganizzarci e di trovare tutto quello di cui abbiamo bisogno… o di scoprire ciò che ci manca e che dobbiamo assolutamente reinserire nell’inventario!

Eh sì, quella del decluttering è sempre una buona idea e i depositi temporanei possono aiutarci… ma come?

Gli anglosassoni hanno portato il termine “decluttering“ in giro per il mondo che, letteralmente, significa “togliere ciò che ingombra”, per poi riorganizzare gli spazi.

Pertanto, il primo passo è sempre quello di iniziare a osservare:

  • Che cosa abbiamo?
  • Quali sono le cose che dovremmo buttare?
  • Quali sono gli oggetti che potremo conservare?

Un deposito temporaneo ci viene incontro proprio nel momento in cui abbiamo fatto questa prima operazione, ovvero suddividere i nostri averi tra ciò che dobbiamo tenere in casa o in ufficio e ciò che deve “andarsene”.

Una volta fatta questa suddivisione, possiamo farne un’altra. Infatti, gli oggetti da portare via possono essere:

  1. buttati,
  2. conservati,
  3. donati.

La prima è una sorte un po’ più triste ma, si sa, ogni tanto dobbiamo pur buttar via le cose che non servono, che sono rotte e/o che non possono avere alcuna utilità né per noi né per qualcun altro.

A questo punto, il decluttering ci impone quindi un’altra scelta: possiamo donare ciò che non buttiamo a chi ne ha bisogno? Oppure conserviamo tutto o una parte delle nostre cose?

Ovviamente, quando si tratta della prima scelta, possiamo regalare l’oggetto a qualcuno che conosciamo o fare un gesto più grande e donarlo in beneficienza. Il consiglio è di scegliere l’ente giusto o comunque un’associazione che con i suoi progetti ci comunichi emozioni positive, speranza e felicità.

Anche per quanto riguarda la conservazione degli oggetti, dobbiamo però scegliere la soluzione più giusta: uno spazio sicuro, della misura più idonea e al riparo dall’umidità. A questo proposito, entra in gioco Box Up: potrai scegliere tra depositi temporanei più grandi e più piccoli, puliti e ben tenuti, in una struttura videosorvegliata, con contratti flessibili e convenienti. Paghi solo per lo spazio e per il tempo di cui hai bisogno… Seguendo questi consigli, in un modo o nell’altro, anche ciò hai scartato con il decluttering… potrà avere un lieto fine!