10 Consigli per un deposito a Milano

Un aiuto per i magazzini temporanei a Milano.
21 ottobre 2016
Self Storage Milano
24 ottobre 2016
Mostra tutto

Sei consapevole di aver bisogno di più spazio o di un deposito temporaneo a Milano?

Bene, allora sei già a metà dell’opera

Quando si ha la consapevolezza, le aspettative sembrano definite nella nostra testa, non rimane che sperare che si possano concretizzare senza inconvenienti.
Il deposito a Milano ha sempre tanto fascino, perché gli appartamenti e gli uffici lasciano sempre meno spazio a causa delle cose di “troppo”. L’ambiente minimal è considerato più vivibile oltre che essere molto più chic.

Le aziende preferiscono abbattere i costi superflui, ci sono cose per le quali nessuno vuole più spendere un euro e con la ponderata scelta di un self storage si riesce a tagliare tutte quelle spese che sembrano proprio non avere più alcun senso di esistere.

Ma quali sono le offerte proposte dalle aziende? Quali sono i prezzi? Come ci si organizza per sfruttare un deposito temporaneo?

Ecco i nostri 10 consigli per scegliere al meglio il tuo deposito vicino a Milano:

  1. Come primo approccio bisogna partire sempre con un’indagine di mercato. Leggere tante recensioni, chiedere in giro cosa gli amici raccomandano, quello che la gente dice e recensisce ha sempre un fondamento di verità, quindi non serve perdere tempo a fare domande direttamente all’azienda in questa prima fase.
  2. Verificare se la ditta di stoccaggio che stiamo andando a contattare dispone di un sito internet. Sicuramente chi è presente su internet è più affidabile, facilmente rintracciabile ed esposta ai feedback dei clienti.
  3. Tenere ben presente la natura degli oggetti che si desidera depositare e il materiale di cui sono composti in modo da stiparli in maniera adeguata .
  4. Considerate la posizione, quanto dista la ditta o l’appartamento dall’impianto di stoccaggio. Se l’esigenza richiede di attingere spesso agli oggetti che si intende stoccare, avere un deposito a centinaia di km di distanza potrebbe non avere senso ma nella stessa logica non si dovrebbe fare una scelta solo perché il deposito è più vicino a noi ma non sembra essere in grado di soddisfare le nostre esigenze.
  5. Verificare se i beni che stiamo andando a depositare, (qualora abbiano un certo valore di natura economica o affettiva) possono essere assicurati, prendere visione delle policy dell’azienda di stoccaggio, in quanto ognuna ha le proprie regole.
  6. Chiedere informazioni sulle misure di sicurezza adottate. Quando si hanno degli oggetti da depositare, che siano o meno di valore, non ci si può definire mai troppo attenti.
  7. Avere la possibilità di visionare l’unità di stoccaggio prima di concludere un contratto. Solo in questo modo si riuscirà veramente a capire se l’area di cui andremmo a disporre sia proprio come ce l’aspettiamo.
  8. Non concludere contratti verbalmente affidandosi a persone che inseriscono annunci per affittare locali low cost senza dare garanzie in fatto di rispetto della normativa in termini di sicurezza e impianti a norma di legge.
  9. Dopo le prime indagini bisogna andare di persona e cercare un contatto con il personale o con il gestore per poter chiarire tutti i nostri dubbi.
  10. Verificare con i propri occhi clima e pulizia, chiedere delle misure preventive e di controllo adottate contro parassiti e roditori.